Centri Idrogeno in Puglia 

Ogni grande traguardo viene raggiunto a partire da piccoli passi. Abbiamo iniziato condividendo una visione e l'abbiamo portata avanti. Ora la stiamo trasformando in una realtà sempre più grande. 

UN CAMBIO DI ROTTA PER LA REGIONE 

Bari, Brindisi e Taranto, i tre fondamentali poli industriali della regione Puglia stanno cercando di passare da un'industria storica e consolidata, ma logorata da vicende complesse e dolorose, ad una fase di maggiore consapevolezza all’interno della quale le produzioni manifatturiere, siderurgiche e chimiche potranno assumere forme diverse, più innovative e più in linea con i criteri di eco-sostenibilità.

I 3 Centri Idrogeno Regionali garantiranno l'ampia disponibilità del combustibile che renderà economicamente sostenibile la riconversione green dei processi produttivi più impattanti per l'ambiente e per la salute.
La produttività complessiva dei nuovi agglomerati energetici si attesterà su un flusso di idrogeno di oltre 10 miliardi m3/anno, utilizzando unicamente acqua demineralizzata ed energia elettrica a "zero emissioni". 
L'energia rinnovabile necessaria a coprire i consumi elettrici dei Centri Idrogeno verrà fornita on-site da  centrali elettriche dedicate .

L'obiettivo finale è di rendere abbondante e competitiva la produzione di idrogeno verde, motivati dalla consapevolezza che l'idrogeno, prodotto con energia elettrica rinnovabile, è il solo vettore energetico realmente a zero emissioni. 

Città di Bari

GRADO DI AVANZAMENTO  DEL PROGETTO

Created with Sketch.
  • Completato il Progetto di Fattibilità Tecnica ed Economica di massima (12/2018). 



  • Firmato il Protocollo d'intesa con il Comune di Taranto per il varo del progetto, l'identificazione delle aree d'impianto e per la condivisione degli obiettivi e la ripartizione dei benefici (07/2019). 


  • Selezionate le aree industriali che ospiteranno gli impianti nei tre siti regionali. 


SISTEMI PRODUTTIVI

Created with Sketch.

Formano complessi industriali sinteticamente composti dai seguenti sistemi:
 

Generazione Elettrica  

- Potenza complessiva 6 GW, suddivisa in 8 unità da 750MW che produrranno annualmente 52 TWh di energia elettrica a emissioni zero;

Demineralizzazione di acqua 

- Capacità oraria di 2.000 tonnellate. Produzione di acqua demineralizzata per osmosi inversa;

Elettrolizzazione

- Produzione oraria di 1.154.000 Nm³ di gas idrogeno (H2);

Compressione & Stoccaggio idrogeno 
- Capacità oraria 2.560 metri cubi alla pressione di 700 bar. 

INVESTIMENTO PREVISTO

Created with Sketch.

L'investimento stimato è di circa € 20 miliardi suddiviso tra:

  • Generazione elettrica (50%);
  • Produzione di acqua ultra pura (20%);
  • Elettrolizzatori idrogeno, compressione e stoccaggio gas (30%). 


Il finanziamento proviene da Fondi d'Investimento in asset energetici. 

TEMPISTICA REALIZZATIVA

Created with Sketch.

I Centri Idrogeno regionali sono suddivisi in 8 unità funzionali, (4 x Taranto, 2 x Bari, 2 x Brindisi) indipendenti ed equivalenti, ognuna capace di generare oltre 1,25 miliardi di m3/anno di gas.
Espletata la fase progettuale e autorizzativa le unità saranno realizzate e messe in servizio, una alla volta. Ragionevolmente si può prevedere un inizio di produzione entro 2 anni dalla cantierizzazione; con l'entrata in esercizio delle singole unità i Centri Idrogeno inizieranno a rifornire il mercato con quantità crescenti di gas, per raggiungere la piena produttività in 6/8 anni, corrispondente a 10 miliardi di Nm³/anno. 

Tra i vari step del progetto si prevedono piani di formazione professionale per rafforzare le competenze e la formazione di maestranze locali, contribuendo così alla creazione 2.500 nuovi posti di lavoro.

ESECUZIONE DEI LAVORI

Created with Sketch.

I lavori saranno di esclusiva competenza del gruppo di aziende aderenti al "Network Global Electrification Project", una rete d'imprese aperta e alla quale possono aderire tutte le aziende  interessate a partecipare alla realizzazione e alla manutenzione delle opere.